Le avventure di ALdino Palloncino

…………Far volare la fantasia in sicurezza……

Nella bassa bresciana, viveva un bambino di nome Aldino e di cognome Palloncino. Aldino, Dino come lo chiamavano in paese, era figlio dei custodi di una grossa oscura fonderia che tutti chiamavano la Fabbrica!!

Pur essendo cresciuto in una realtà buia e cupa, Aldino dentro era pieno di felicità e amava portarla anche agli altri suoi amichetti.

Fu così che un bel giorno di primavera, svegliatosi con una profonda voglia di vedere sorridere la gente, senza dire nulla a mamma e papà e approfittando di un periodo festivo si fece venire un’idea geniale……:

rendere umane tutte le bombole di azoto ossigeno e elio raccolte nel cortile dell’azienda….Aldino era un bambino molto saggio e avendo seguito di nascosto tutti i corsi sulla sicurezza tenuti in azienda, prima di trasformare le bombole, si munì di guanti scarponcini e caschetto e le ancorò a colonne portanti per garantire che nessuno si potesse fare male.

Per prima cosa uso il poco elio contenuto in alcune bombole per gonfiare tantissimi palloncini colorati, e poi disegno faccine sui palloncini e corpi sulle bombole…..

Quando tutto fu pronto, per attirare i bambini del suo paese, fece andare in aria alcuni dei palloncini colorati, che tutti potevano vedere da fuori i muri di cinta…

In pochi minuti tutti i bambini del paese con i loro genitori accorsero per capire cosa era successo e spargendosi la voce la gente accorreva sempre più numerosa, ognuno portando con se qualcosa da bere e da mangiare…

Anche i genitori di Aldino accorsero in cortile e dopo una prima arrabbiatura non resistettero e si unirono alla festa perdonando Aldino.

Tutti i bambini chiesero ad Aldino come avesse fatto a far volare i palloncini e Aldino gli spiego l’importanza di distinguere i gas con cui gonfiarli e di aver scoperto con un po’ di prove che l’elio era più leggero degli altri gas e quindi faceva volare i palloncini.

Da quel giorno tutti iniziarono a chiamare l’azienda l’allegra fabbrica e ognuno espose le foto delle bombole uomo fuori dal suo balcone.

Alla prossima avventura..

Morale: La fantasia, l’immaginazione e l’entusiasmo, quando riescono ad essere contagiose possono fare miracoli e cambiare la percezione delle cose……

Frase celebre: “Alcuni uomini vedono le cose per come sono e chiedono: Perché? Io oso sognare cose che non sono mai state e dico: “Perché no?” …. George Bernard Shaw

L. Spadotto, M. Tardivi, P. Polato, E. Campo, C. Massaro, P. Dionisio, M. Mele, R. Valzasina, M. Bussinello

Illustrazione di Carlo Cimmino

SHARE